Spedizioni gratuite per ordini a partire da € 90,00! (clicca QUI per maggiori informazioni)
Maskne, cos'è e come risolverlo

Maskne, cos'è e come risolverlo

La mascherina è ormai parte integrante della nostra vita:può essere di diverso tipo, colore, materiale, FFP o chirurgica e se da un lato è un dispositivo di protezione fondamentale, dall’altro può portare qualche fastidio, come l’acne da mascherina, nota ad alcuni come“Maskne”, dall’unione dei termini "Mask e Acne". In gran parte delle sue manifestazioni, si tratta di acne meccanica, ovvero dovuta allo sfregamento e al basso ricircolo di aria. 

Sicuramente un disturbo molto fastidioso, ma non dimentichiamo le cose importanti, ossia che la Maskne è un effetto collaterale irrilevante, tenendo conto che la mascherina ci protegge dal covid-19 e anche da altre infezioni, ne è prova che sono stati pochissimi i casi di influenza stagionale.

Sintomi

La Maskne si manifesta su guance, mento, contorno labbra e naso, solitamente accompagnata da rossore, prurito e brufoli bianchi di piccole dimensioni e, spesso, causa un peggioramento dell’acne già presente.

Diverse persone, oltre all’acne, hanno manifestato anche altri disturbi della cute (come gonfiori e irritazioni) proprio nell’area coperta dalla mascherina.

Cause

L’ostruzione dei pori è una delle cause principali ed è dovuta al fatto che molti batteri e altre sostanze restano sulla pelle, inoltre la mascherina non permette al sudore di evaporare, causando infiammazione e eruzioni pruriginose, anche perché c’è una importante quantità di anidride carbonica che resta a contatto con la pelle, così come gli altri agenti dannosi per la salute della pelle.

Rimedi

Se i disturbi della cute sono per voi dei disturbi ricorrenti, è bene rivolgersi al vostro dermatologo che, conoscendo il vostro quadro clinico, sarà capace di indicare il miglior trattamento anche in base al vostro tipo di cute.

Solitamente si punta ad arginare la possibilità che si manifestino irritazioni e arrossamenti con delle semplici buone pratiche:

  • detergere profondamente la pelle del volto con acqua tiepida e un sapone non aggressivo, possibilmente ogni qual volta ci si toglie la mascherina;
  • applicare sull’area in questione una crema idratante leggera, non troppo nutriente al fine di evitare l’ostruzione dei pori;
  • detergere sempre la pelle del viso prima di andare a letto;
  • applicare una maschera lenitiva e nutriente una volta a settimana, consigliamo vivamente quelle all’argilla.
  • utilizzare soluzioni esfolianti o uno scrub da eseguire una volta a settimana.

In farmacia, sono reperibili diversi gel privi di principi irritanti, ottimi per la detersione quotidiana e utili per diminuire la produzione di sebo, purificare la cute a fondo, grazie all’azione di specifici complessi sebo-correttori che agiscono anche sulla qualità del sebo. 

Se vuoi approfondire l’argomento oppure chiedere semplici delucidazioni, non esitare a contattarci. Il nostro team di professionisti sarà lieto di risponderti.

16/03/2021 Commenti: 0

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo E-Mail non sarà pubblicato. I campi contrassegnati con * sono obbligatori.