Spedizioni gratuite per ordini a partire da € 90,00! (clicca QUI per maggiori informazioni)
Non rimanere senza voce: ecco i rimedi

Non rimanere senza voce: ecco i rimedi

Quando arriva il cambio di stagione e i primi freddi, può capitare di farsi trovare impreparati e di subire sbalzi di temperatura improvvisi.

A volte, questi episodi, possono portare ad accusare un improvviso calo della voce, dovuto probabilmente a raucedine, o ad una totale scomparsa della voce, nota come afonia, generalmente dovuta a un’infiammazione.

Perché perdiamo la voce?

Generalmente è un fenomeno dovuto a un processo patologico che interessa la laringe, dove sono situate le corde vocali.

L’abbassamento di voce è spesso causato da stati infiammatori leggeri, come l’influenza, il mal di gola, faringiti o laringiti: sono processi che portano all’infiammazione delle corde vocali, che si gonfiano e di conseguenza la voce si abbassa.

Pià raramente, la voce va via a causa di disturbi come il reflusso gastroesofageo, ma anche in conseguenza all’inalazione di sostanze tossiche o irritanti, la tosse cronica e un uso distorto o eccessivo della voce.

Come rimediare?

Quando il disturbo è stato identificato come raucedine da raffreddamento è fondamentale puntare a lenire e a disinfettare la gola infiammata, oltre a corroborare l’espulsione del catarro. Può risultare molto efficace adottare dei semplici metodi curativi come:

  • Fumenti e suffumigi, specialmente se c’è anche tosse, sono un rimedio naturale efficace.
  • Gargarismi con acqua tiepida e bicarbonato, per disinfettare il cavo orale.
  • Utilizzare l’erisimo in tintura madre, tisana o sciroppo: è una pianta conosciuta anche come erba dei cantanti, in quanto ha proprietà lenitive delle infiammazioni della gola, in particolare proprio della raucedine e dell’abbassamento della voce.
  • L’olio essenziale di cipresso, così come quello di eucalipto, sono molto benefici: basta mescolarne una goccia con un cucchiaino di sciroppo d’acero e immergere il tutto in una tisana a base di di timo.
  • Lo zenzero ha proprietà disinfettanti e antinfiammatorie, magari utilizzato in un infuso con un po’ di cannella e a chiodi di garofano.
  • Il miele, puro o sciolto in una tisana o nel latte caldo è un ottimo rimedio, spesso efficace anche quando usato insieme a un po’ di limone.

Specialmente se il disturbo è leggero, esistono alcune buone abitudini da adottare per farlo andar via, come:

  • non raschiare la gola;
  • bere tanto, per mantenere la gola umida e evitare la secchezza delle corde vocali;
  • umidificare le stanze dove si trascorre la maggior parte del tempo;
  • far riposare le corde vocali, soprattutto evitando di gridare;
  • non fumare;
  • non esporsi ad agenti patogeni, sostanze irritanti e polvere.

Se hai qualche dubbio oppure vuoi semplicemente approfondire l’argomento, contattaci. Il nostro team di professionisti è a tua totale disposizione.

06/10/2020 Commenti: 0

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo E-Mail non sarà pubblicato. I campi contrassegnati con * sono obbligatori.