Spedizioni gratuite per ordini a partire da € 90,00! (clicca QUI per maggiori informazioni)
Digrigni i denti nel sonno? Eccome come scoprirlo.

Digrigni i denti nel sonno? Eccome come scoprirlo.

Quando un individuo tende a serrare o digrignare i denti, spesso durante le ore di riposo, parliamo di bruxismo. Secondo alcune ricerche, oltre il 75% della popolazione soffre di bruxismo, spesso senza esserne consapevoli proprio perché avviene durante il sonno o in maniera inconscia durante il giorno.

Specialmente quando si digrignano i denti, la mandibola si muove di lato e in avanti scivolando sui denti superiori.

Cause

I difetti dell’occlusione dentale e la postura errata, che spesso sono correlate, possono essere tra i fattori scatenanti.

Viene spesso associato anche allo stress, come se fosse uno sfogo attraverso il quale scarichiamo le tensioni.

È spesso correlato all’uso di alcool, fumo e caffè e, in alcuni casi, anche l’uso di psicofarmaci può dare questo problema. Tra i fattori predisponenti ci sono la tensione nervosa, stress e ansia.

Come scoprirlo

Scoprire se si digrigna nel sonno non è semplice, specialmente se il disturbo è lieve.

Quando è più accentuato, i sintomi si presentano anche quando siamo svegli e possono aiutarci a capire se ne soffriamo. Tra i principali troviamo:

  • Intorpidimento della mandibola.
  • Dolori o rumori all’articolazione della mascella.
  • Dolore mentre si mastica.
  • Mal di testa, spesso al risveglio, ma anche dolori al collo, alla cervicale, vertigini e capogiri.
  • Sensazione di avere le orecchie
  • Difficoltà ad aprire la bocca e a deglutire.
  • Aumento della sensibilità dentale a caldo e freddo.

Insieme ai sintomi anche alcune conseguenze possono farci capire se soffriamo o meno di bruxismo, in quanto il digrignare porta a:

  • Progressiva usura dello smalto dentale.
  • Mobilità
  • Dolore alla colonna cervicale e dorsale.

Se hai qualche dubbio oppure vuoi semplicemente approfondire l’argomento, contattaci. Il nostro team di professionisti è a tua totale disposizione.

18/09/2020 Commenti: 0

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo E-Mail non sarà pubblicato. I campi contrassegnati con * sono obbligatori.