Spedizioni gratuite per ordini a partire da € 80,00! (clicca QUI per maggiori informazioni)
Che succede se smetti di mangiare carboidrati

Che succede se smetti di mangiare carboidrati

Spesso capita che, per perdere peso velocemente, le persone decidano di non mangiare carboidrati per periodi più o meno prolungati. In realtà, si tratta di un errore da evitare categoricamente, anche se in un primo momento potrebbe sembrare che la bilancia sia favorevole a tale pratica. 

Privare il corpo di un’intera categoria di alimenti, difatti, può comportare varie conseguenze, alcune anche piuttosto gravi. I carboidrati sono una delle principali fonti di energia per l’organismo. Infatti, le cellule ne ricavano molta proprio da questi tipi di zuccheri, per consentire al corpo di svolgere tutte le sue principali funzioni. 

Quando viene sospesa improvvisamente l’assunzione di carboidrati, il corpo si trova a non saper più da dove ricavare tale energia e, per supplire alla carenza, comincia a bruciare i grassi, tale situazione comportala produzione di sostanze acide, che pian piano si accumulano nel corpo causando uno squilibrio del pH ematico con sintomi associati piuttosto gravi. 

Anche se inizialmente si ha l’impressione di perdere molto peso in breve tempo, in realtà si tratta solo di liquidi: i carboidrati vengono immagazzinati sotto forma di glicogeno, ossia zucchero, ed ogni grammo accumula tre o quattro volte il suo peso in acqua. Perciò appena si sospende l’assunzione di carboidrati si inizia ad utilizzare il glicogeno ed ogni grammo in meno sono 3 grammi persi di acqua. 

Un altro motivo per cui è sbagliato smettere di mangiare del tutto carboidrati è che questi sono fondamentali per il benessere del cervello perciò, quando se ne riduce l’apporto, questo ne risente, venendogli a mancare l’energia per lo svolgimento delle sue normali funzioni. In genere si possono avere disturbi di “annebbiamento”, spesso associato a debolezza, vertigini, insonnia. 

Una dieta priva di carboidrati può anche far insorgere disturbi intestinali, soprattutto stitichezza,a causa della riduzione nell’apporto di cereali e fibre vegetali.

Perciò, il consiglio dell’intero staff della Farmacia Papa è di evitare diete fai da te, informarsi in maniera adeguata e rivolgersi ad un nutrizionista prima di intraprendere un regime alimentare restrittivo. 


16/11/2018 Commenti: 0

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo E-Mail non sarà pubblicato. I campi contrassegnati con * sono obbligatori.