Spedizioni gratuite per ordini a partire da € 90,00! (clicca QUI per maggiori informazioni)
Insufficienza venosa, sintomi e cure

Insufficienza venosa, sintomi e cure

L’insufficienza venosa è una patologia del sistema circolatorio, caratterizzata da un ritorno difficoltoso di sangue dalle estremità al cuore, specialmente dagli arti inferiori. La circolazione venosa, infatti, è quella che raccoglie il sangue dalla periferia e lo riporta al cuore.

L’insufficienza venosa è dovuta alla perdita di elasticità delle vene o al cattivo funzionamento delle valvole al loro interno, fondamentali per contrastare la forza di gravità che si oppone alla risalita del flusso sanguigno dal basso verso l’alto. Pertanto, il sangue, invece di risalire verso il cuore, ristagna facendo aumentare la pressione del sangue alle caviglie, ed ecco che compare una sensazione di gonfiore alle gambe, in particolare la sera e quando le temperature sono più elevate.

A questo primo segnale si possono unire poi anche altri sintomi, la cui gravità dipende dalla severità della patologia. 

I principali sintomi dell’insufficienza venosa sono:

gonfiore alle caviglie,

sensazione di pesantezza alle gambe,

crampi ai polpacci,

edema,

prurito,

dolore,

formicolio,

vene varicose,

iperpigmentazione,

ispessimento della pelle,

ulcere cutanee.

Nei casi più gravi possono formarsi trombo-flebiti e addirittura trombo-embolie, molto pericolose.

I fattori di rischio che possono portare all’insufficienza venosa sono la predisposizione genetica, il sovrappeso o peggio l’obesità, l’età avanzata, la gravidanza, la ritenzione idrica, lo svolgimento di professioni che obblighino a permanere per lungo tempo seduti o in piedi immobili, il fumo.

I soggetti a rischio dovrebbero correre quanto prima al riparo, seguendo uno stile di vita sano e rivolgendosi al medico il prima possibile per valutare lo stato di salute della propria circolazione. 

Il medico poi, in base al livello di gravità, stabilirà il piano terapeutico migliore che può prevedere semplici cambiamenti dello stile di vita, terapie farmacologiche o, nei casi più gravi, interventi chirurgici più o meno invasivi.

Per combattere l’insufficienza venosa, infatti, bisogna per prima cosa seguire un regime alimentare corretto e bilanciato e, in caso di sovrappeso, perdere i chili in eccesso. Bisogna poi praticare una regolare attività fisica che stimola una corretta pressione sanguigna, basta anche una semplice camminata di mezz’ora a passo veloce al giorno!

Inoltre, per evitare il ristagno dei liquidi ed aiutare le vene nel compiere il loro lavoro, è molto utile l’uso di calze elastiche a compressione graduata.

Queste sono solo alcune informazioni di base su un argomento molto vasto e complesso, se vuoi saperne di più non esitare a contattarci, lo staff della Farmacia Papa sarà lieto di fornirti tutte le notizie di cui hai bisogno!

11/04/2019 Commenti: 0

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo E-Mail non sarà pubblicato. I campi contrassegnati con * sono obbligatori.