Spedizioni gratuite per ordini a partire da € 90,00! (clicca QUI per maggiori informazioni)
Ansia da esame di stato? Come gestirla

Ansia da esame di stato? Come gestirla

Per tantissimi studenti sta per iniziare l’ultima prova prima del fatidico diploma: l’esame di stato.

Purtroppo, però, molti studenti vengono colti da una vera e propria forma di “ansia da prestazione”, la cosiddetta ansia da esami, un disturbo che non ha nulla a che vedere con la preparazione ma che dipende dalla paura del giudizio altrui.

L’ansia scolastica, infatti, può colpire chiunque, anche gli studenti più preparati e coscienziosi, impedendo loro di rendere al massimo. 

Questa forma di stress insorge quando ci si sente sottoposti al giudizio degli altri, perché si tende erroneamente a pensare che la valutazione della prestazione scolastica sia comprensiva anche della propria intelligenza e delle capacità personali. In tal modo, dall’esito positivo dell’esame si fa dipendere anche la propria autostima.

L’ansia da esame è una vera e propria forma di ansia sociale, dato che ne possiede tutte le caratteristiche che sono:

• paura del giudizio,

• paura dell’insuccesso,

• eccessiva attenzione incentrata su sé stessi.

Può insorgere in molti modi e in tempi diversi, nello specifico può manifestarsi:

• Prima dell’esame

In questo caso chi ne soffre ha difficoltà a concentrarsi e a prepararsi adeguatamente, adottando comportamenti di cui è in buona parte inconsapevole: tende, infatti, a distrarsi di continuo e a rimandare. Possono anche comparire problemi digestivi e insonnia,

• Durante l’esame

I sintomi sono quelli caratteristici: palpitazioni, intensa sudorazione, nausea, sensazione di bocca asciutta e poi quello più temuto da tutti gli studenti di ogni grado ed epoca: il cosiddetto black out, in cui la mente va nel pallone e si dimentica tutto.

• Dopo l’esame

Specialmente se l’ansia ha causato danni durante l’esame, può capitare che anche dopo l’esame vi siano degli strascichi, che ci si senta svuotati, demotivati e con l’autostima sotto i piedi.

Cosa si può fare, allora, per gestire l’ansia da esame e non lasciarsi catturare nelle sue spire? 

Gestire l’ansia, in realtà, non è difficile, basta solo un po’ di disciplina!

La prima cosa da fare, ovviamente, è prepararsi al meglio, così da acquisire maggiore sicurezza in sé stessi. 

Dopo di che bisogna imparare a concentrare la propria mente su emozioni positive, per far ciò può essere d’aiuto la pratica di tecniche di rilassamento, yoga e training autogeno.

Infine, bisogna prendersi cura di sé stessi e della propria felicità. È inutile pensare solo ed esclusivamente a studiare, aumenta solo il circolo vizioso dell’ansia. Meglio, invece, dedicare il giusto tempo allo studio e poi praticare un po’ di sport, un hobby, rilassarsi, dormire a sufficienza. 

Tutti elementi che, favorendo il proprio benessere generale, aiutano a combattere efficacemente l’ansia.

E tu hai imparato a gestire l’ansia da esame? Se vuoi qualche altro consiglio o informazione su questo argomento, contattaci! Lo staff della Farmacia Papa è a tua disposizione!

26/06/2019 Commenti: 0

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo E-Mail non sarà pubblicato. I campi contrassegnati con * sono obbligatori.